Stagione teatrale 2014 2015 Orbassano

Il 2018 è un grande anno per noi di Mulino ad Arte, in quanto ci siamo legati ancor più alla città grazie all’apertura della nuova sede operativa in Strada Rivalta. Continuate a seguirci, perché il vostro supporto ed entusiasmo, unito al prezioso sostegno della Fondazione Piemonte dal Vivo e della Regione Piemonte, sono indispensabili per far crescere Live Show Orbassano, un progetto culturale strutturato che abbraccia la provincia di Torino e ospita artisti di livello internazionale. La linea artistica è legata al teatro civile che si alterna a grandi classici rivisitati in chiave moderna. Novità di quest’anno sono le domeniche rivolte a tutta la famiglia. Buon teatro a tutti!  – – –  Daniele Ronco

 

biglietti

intero 12 €

 

ridotto 10 €

Under 25, Over 65, disabili
Tesserati: CRAL, Sonic, Jaqulè, Apothema, Radio Agorà 21, S.P.M.S., Accademia Spazio Arte
Abbonati Live Show Cumiana, SOFT card

ridotto 5 €

Allievi Mulino ad Arte, bambino fino ai 10 anni

operatori 3 €

 

  • biglietto unico 12€ per “Camillo Olivetti – alle radici di un sogno”

abbonamenti

stagione completa  90€

10 spettacoli

stagione completa YOUNG  80€

10 spettacoli (abbonamento riservato agli under25)

tessera Mulino  25€ + 5€ (ogni ingresso)

6 spettacoli a scelta tra le stagioni di Orbassano e Cumiana

10 spettacoli

Domeniche in Famiglia  50€

4 spettacoli (include l’ingresso di un adulto + 1 bambino under14)

 

nb: fuori da TUTTI gli abbonamenti “Emy Art 1” per il quale vale il biglietto unico di 5 euro

informazioni e prenotazioni

Teatro Sandro Pertini

via Mulini 1, Orbassano, Torino

370 3259263

info@mulinoadarte.com

 

prevendite di biglietti e abbonamenti

Amoretti Profumi

via Roma 42, Orbassano
tel.: 011 9002240

via Vittorio Emanuele 6
tel.: 011 9003373

  • Apertura cassa ore 20.15
  • L’organizzazione si riserva il diritto, in qualsiasi momento, di sostituire spettacoli che, per cause di forza maggiore, non potessero essere rappresentati
  • La mancata presenza allo spettacolo non dà alcun diritto al rimborso

Openday del Teatro / Emy Art 1

di Mulino ad Arte, Città di Orbassano, Il Mutamento ZC/Festival ISAO

Intrattenimento in Piazza & spettacolo al Palatenda

07 Ottobre 2018 H 15.00-20

Consueto appuntamento in Piazza Re Umberto I organizzato da Mulino ad Arte, con il sostegno di Città di Orbassano e la collaborazione delle associazioni culturali del territorio, per varare la nuova stagione teatrale… e culturale!
Partecipano: Jaqulè, Apothema Teatro Danza, Accademia Spazio Arte, Compagnia teatrale Le Anfore.

Alle ore 18.00, presso il Palatenda “Macario” di Orbassano (a causa della temporanea ristrutturazione del Teatro Pertini), andrà in scena lo spettacolo Emy Art 1 (durata 60’), un’esperienza interattiva ideata dal drammaturgo Giordano V. Amato, che si realizza con i bambini, rendendo ogni rappresentazione unica, originale e irripetibile; è un’opera articolata che intende ricercare una dimensione emotiva di benessere, che parte da se stessi per diffondersi e comunicarsi agli altri o che, viceversa, parte da una collettività per diventare patrimonio del singolo individuo.

Emy Art 1
Il piccolo mago alla scuola di Arte ed Emozioni

di Giordano V. Amato
regia Eliana Cantone
con Eliana Cantone, Elena Fresch, Matteo Mazzei
durata 60′

Lo spettacolo al Palatenda è fuori abbonamento e a pagamento (biglietto unico: 5 euro)


I promessi sposi - on air

di Emiliano Poddi

Accademia dei Folli

10 novembre 2018 H 21, Teatro Pertini

Estate 1841. Manzoni sta trascorrendo le vacanze a Lesa, sul Lago Maggiore. Vacanze per modo di dire: Don Lisander sta infatti ultimando una nuova riscrittura de I Promessi Sposi e, nell’ozio della villeggiatura, inizia a sentire dei rumori: i torrenti che si gettano in Adda, gli accenti spagnoli dei soldati, i passi di un curato su un sentiero di ciottoli… Poi, ai rumori, si aggiungono le voci, quelle di Agnese, Renzo, la monaca di Monza e, infine, anche don Rodrigo!
I promessi sposi on air è uno spettacolo in cui i personaggi del romanzo prendono vita davanti al loro creatore e si confrontano con lui a viso aperto.

con Enrico Dusio, Carlo Roncaglia, Gianluca Gambino
regia Carlo Roncaglia
durata 70’

DAI 14 ANNI

A seguire: After spettacolo offerto da Massucco Wine


Camillo Olivetti - alle radici di un sogno

di Laura Curino, Gabriele Vacis

Muse // Teatro Stabile di Torino

23 Novembre 2018 H 21, Teatro Pertini

È la storia di Camillo, il pioniere, l’inventore, l’anticonformista capriccioso e geniale che fonda, agli inizi del Novecento, la prima fabbrica italiana di macchine per scrivere.
Con l’aiuto di biografie, interviste e testi letterari ne sono stati ricostruiti la vita, le figure che gli ruotano attorno, l’ambiente e le imprese. Le voci narranti sono state poi affidate a due personaggi fondamentali della sua storia: la madre, Elvira Sacerdoti, e la moglie, Luisa Revel. Queste due donne, provenienti entrambe da una cultura di minoranza (ebrea la prima, valdese la seconda) sono state le protagoniste silenziose della formazione e della realizzazione del sogno olivettiano. È il racconto epico di un’avventura, e in quanto tale avvincente, pieno di colpi di scena, di prove da superare, di lotte, di amori, di eroi. La cosa più straordinaria è che è tutto vero.

con Laura Curino
regia Gabriele Vacis
assistente Serena Senigaglia
durata 75’

A seguire: After spettacolo offerto da Pasticceria Marco Vacchieri
Biglietto unico: 12€


Yoyo piederuota

di Maurizio Babuin

Santibriganti

02 Dicembre 2017 H 17, Teatro Pertini

DOMENICA IN FAMIGLIA

Lui, Giovanni, da tutti chiamato Yo: troppo alto e con due grandi piedi per correre.
Lei, Giorgia, da tutti chiamata Yo: troppo orgogliosa e con due grandi ruote per forza.
A entrambi piacciono le robe che rotolano o saltano: tipo i sassi che ruzzolano giù da una montagna, i canguri coi loro salti, le ruote, un paio di scarpe sportive…una palla.
Prima di incontrarsi erano un po’ più soli.
Non c’è molto che possa aiutarli a farli diventare amici, se non quella palla che si butta dentro un canestro e poco altro.
Ma a volte, si sa, basta poco per fare accadere tanto.

con Arianna Abbruzzese, Marco Ferrero
regia Maurizio Babuin
durata 60’

 


Una mano mozzata a Spokane

di Martin McDonagh

Aria Teatro

07 Dicembre 2017 H 21, Teatro Pertini

Al suo debutto a Broadway nel 2010, A Behanding in Spokane – del pluripremiato drammaturgo britannico Martin McDonagh -, non ha lasciato indifferenti pubblico e critica. La commedia è esilarante a dir poco, e le premesse aiutano: in una camera d’albergo Carmichael, un sicario di mezz’età a cui manca la mano sinistra, lascia un messaggio sulla segreteria telefonica della madre per rassicurarla sulla propria salute. Il misterioso uomo è alla ricerca della propria mano sinistra da 27 anni. Due giovani innamorati, un ragazzo di colore e una bionda, spacciatori da quattro soldi, tentano di vendergli una mano sottratta al museo di storia naturale, provocando la furia di Carmichael, sotto lo sguardo di uno stralunato e inquietante concierge, ex galeotto, i cui interventi rischiano di far precipitare la vicenda.

con Alice Arcuri , Denis Fontanari, Carlo Sciaccaluga, Maurizio Bousso
regia Carlo Sciaccaluga
durata 80’


fuori

di Daniele Gattano

Daniele Gattano

21 Dicembre 2018 H 21, Teatro Pertini

“FUORI”, spettacolo di stand-up comedy del verbano Daniele Gattano (apprezzatissimo nello show televisivo Colorado), parte dal coming-out famigliare e dall’esperienza personale per abbracciare quella di tutti, giocando sui punti in comune e sulle differenze culturali che ci sono nel rapporto tra persone. Si parla anche di HIV, del pensare “un po’ se l’è cercata” e si passa quindi al tema dell’amore, quello platonico scaturito dalle immagini social di uno sconosciuto, foto che diventano l’involucro in cui poterci mettere sogni e mancanze personali. Senza retorica vittimista si parla di omofobia, compresa quella presente all’interno dello stesso mondo gay: “Ad oggi l’omosessualità è come l’età… ce l’hai, ma non la devi dimostrare!”

di e con Daniele Gattano
durata 60’

A seguire: After spettacolo offerto da Massucco Wine


Il cantico dei cantici

di Roberto Latini

Fortebraccio Teatro

11 Gennaio 2019 H 21, Teatro Pertini

Il Cantico dei Cantici è uno dei testi più antichi di tutte le letterature.
Pervaso di dolcezza e accudimento, di profumi e immaginazioni, è uno dei più importanti, forse uno dei più misteriosi; un inno alla bellezza, insieme timida e reclamante […] Se lo si legge senza riferimenti religiosi e interpretativi, smettendo possibili altre chiavi di lettura, […] se si prova a non far caso a chi è che parla, ma solo a quel che dice, […] può apparirci all’improvviso, col suo profumo, come in una dimensione onirica, non di sogno, ma di quel mondo, forse parallelo, forse precedente, dove i sogni e le parole ci scelgono e accompagnano. R.L.

con Roberto Latini
musiche e suoni Gianluca Misiti
luci e tecnica Max Mugnai
durata 60’

A seguire: After spettacolo offerto da Pasticceria Vacchieri


Mr. Ecoschiappa

di Francesca Picci

Nove Teatro

13 Gennaio 2019 H 17, Teatro Pertini

DOMENICA IN FAMIGLIA

Mister Ecoschiappa è un piccolo disastro in quanto a buone pratiche ambientali. Sbaglia sistematicamente tutto: da quando porta fuori il cane al mattino a quando decide di disfarsi dei rifiuti ingombranti, da quando lascia aperto il rubinetto invece di lavarsi a quando infrange la barriera del suono con i decibel della sua radio a tutto volume.
Le sue ‘cattive abitudini’ vengono osservate e studiate dalla Dottoressa Alfabeta, un extraterrestre che abita a CB257, un piccolo pianeta molto simile alla Terra ma senza inquinamento. Sulla Terra, invece, l’acqua non si può bere, l’aria è inquinata e i mari pure. La Dottoressa vuole proprio capire cosa sia l’inquinamento e come tutto questo sia potuto succedere… Mister Ecoschiappa è inizialmente un eroe negativo che con i suoi disastri attirerà la nostra simpatia. Alla fine cambierà e diventerà un Ecoeroe, un nuovo supereroe della quotidianità che antepone a tutto il bene dell’ambiente, perché il bene dell’ambiente è il nostro bene.

con Filippo Bedeschi, Letizia Bravi
regia Domenico Ammendola
durata 60′


Chaos - Humanoid B12

di Daniele Ronco

Mulino ad Arte

25 Gennaio 2019 H 21, Teatro Pertini

Siamo nel 2026, anno in cui scoppia la 3a guerra mondiale, dichiarata dai robot di ultima generazione: gli Humanoid B12.
In un mondo alla deriva del progresso tecnologico, la perdita di valori e lo smarrimento di rapporti umani veri hanno alimentato modelli pericolosi; l’integrazione resta un problema irrisolto, con la nascita di nuove forme di intolleranza, nostalgiche di un passato che ritorna come rigurgito di cibo maldigerito. La storia è caratterizzata da elementi di fantascienza, come quello del “risucchio dell’anima”.
È proprio l’anima a rappresentare la sopravvivenza della nostra specie, in quanto è l’ultimo elemento che manca agli Humanoid B12 per sostituire l’uomo sulla Terra.

con Costanza M. Frola, Daniele Ronco, Jacopo Trebbi
musiche Mattia Floris/Studio Babylon
costumi Roberta Vacchetta
durata 60′

A seguire: After spettacolo offerto da Peace&Raw


JC - la storia di Jesse Owens

di Cristiano Ragab

Accademia dei Folli

08 Febbraio 2019 H 21, Teatro Pertini

C’è un nero che corre più veloce della Storia. Ecco perché in pochi lo hanno conosciuto.
Questa è la storia di Jc, un atleta formidabile, scappato dallo schiavismo dei campi di cotone, scappato da un’infanzia di povertà e finito direttamente tra le braccia di Hitler.
Questa è la storia della pistola che gli hanno dato in mano per uccidere Hitler, e della sua decisione.
Questa è la storia delle Olimpiadi di Berlino del 1936 e della supremazia della razza.
Questa è la storia della sua anima, così veloce, da portare un grido di libertà nei tempi.

con Gianluca Gambino e Carlo Roncaglia (al pianoforte)
regia Carlo Roncaglia
durata 60’

A seguire: After spettacolo offerto da Massucco Wine


Mozart Mc Hi Energy

di Settimo Cielo

Settimo Cielo

17 Febbraio 2019 H 17, Teatro Pertini

DOMENICA IN FAMIGLIA

Se fosse vissuto oggi, potremmo immaginare Mozart come una pop star o un re dell’Hip Hop? L’idea non è azzardata. Una breve ricerca su Spotify ci rivela che molti musicisti hanno adottato come nick names combinazioni che lo omaggiano!Prendendo spunto dalle Battle dell’Hip Hop, due mondi musicali si sfidano e si fronteggiano: quello del Chipolla, un rapper di periferia, e quello di Wolfang Amadeus, icona geniale e trasgressiva di un tempo lontano ma non per questo diversa per piglio e lucentezza da una star contemporanea. Il finale vedrà il Chipolla un po’ più padrone del lessico musicale, trionfare sulla scena del suo piccolo mondo nei panni del suo nuovo eroe, dal quale mutuerà una più fresca identità e un più consono nome d’arte: Mozart MC High Energy.

con Gloria Sapio, Maurizio Repetto, Andrea Caduro
durata 60’


Amunì

di Grazia Isoardi

Voci Erranti

22 Febbraio 2019 H 21, Teatro Pertini

Gli interpreti dello spettacolo sono i detenuti della Casa di Reclusione di Saluzzo, nella quale Voci Erranti lavora dal 2002.
Amunì parte dalla riflessione dei detenuti sul tema della paternità, dell’essere contemporaneamente figli (cresciuti senza padri) e padri (assenti).
Ora questi figli vivono nell’attesa del ritorno alla libertà e nel frattempo, diventati loro stessi genitori, attendono il ritorno del padre proprio come Telemaco fece con Ulisse.
Amunì è la storia di nove fratelli che attraverso i giochi e i ricordi dell’infanzia ritornano a loro volta bambini.
Telemaco ha atteso il ritorno del padre, ha pregato affinché si ristabilisse nella sua casa invasa dai Proci (la Legge), ma oggi ogni speranza è vana o vanificata.

con i detenuti della Casa di Reclusione di Saluzzo
coreografie Marco Mucaria
durata 55’

A seguire: After spettacolo offerto da Pasticceria Jerry


Gli onesti della banda

di Diego De Silva, Giuseppe Miale Di Mauro

Compagnia Nest

10 Marzo 2019 H 21, Teatro Pertini

« Il nostro Gli onesti della banda – racconta Giuseppe Miale Di Mauro –, ripercorre le difficoltà del precariato moderno, mostrando come anche le persone oneste possano trovarsi invischiate nei meccanismi dell’illegalità, loro malgrado, vittime e carnefici ad un tempo. I nostri “onesti” dovranno fare i conti con la loro disonestà. Questo è il punto dolente, perché scoprono che la disonestà ha una forma tentacolare. È una morsa, da cui paradossalmente “gli onesti” tornano a sentirsi liberi solo nel momento in cui si trovano a scontare la pena delle loro azioni di malaffare ».

riscrittura a cura di Diego De Silva, Giuseppe Miale Di Mauro
con Ivan Castiglione, Francesco Di Leva, Giuseppe Gaudino, Irene Grasso, Adriano Pantaleo, Luana Pantaleo, Anna Stabile
e con la partecipazione di Ernesto Mahieux
regia Giuseppe Miale Di Mauro
durata 75’

A seguire: After spettacolo offerto da Pasticceria Jerry


Il sogno di Frida

di Annapaola Bardeloni

Cattivi Maestri

24 Marzo 2019 H 17, Teatro Pertini

DOMENICA IN FAMIGLIA

Frida (Kahlo) è una bambina e come tutte le bambine ha la testa piena di sogni.
Uno dei sogni più forti è quello di ballare, ma Frida non può ballare: le sue gambe non glielo permettono. Allora si inventa una vita “altra” dove la sua amica del cuore immaginaria balla al posto suo, ride quando lei vorrebbe piangere, tace e la osserva ogni volta che vorrebbe star sola. Sarà proprio la sua amica a svelarle che sarà la pittura la sua danza, che il suo non sarà un futuro facile, ma pieno di bizzarro amore e colore, che la sua diversità la renderà unica, inimitabile e indimenticabile! Frida è figlia del Messico dove le piogge fanno nascere fiori bellissimi. E lei è uno di quelli.

con Francesca Giacardi Maria Teresa Giachetta
regia Annapaola Bardeloni
durata 50’


Master Shakespeare

di Giulio Federico Janni, Mario Giorgi

RaumTraum Teatro

05 Aprile 2019 H 21, Teatro Pertini

Un monologo ironico, grottesco e commovente che attraversa l’opera del Bardo grazie ad un personaggio realmente esistito, New McMaster (1894-1962), l’ultimo dei grandi capocomici britannici mai apparso al cinema o in televisione. La povertà, la vita rocambolesca di tournée, i trionfi e i flop di un’intera carriera vengono raccontati con leggerezza, amarezza e nostalgia dal più intimo McMaster. Shakespeare, sembra dirci l’anziano capocomico, fa parte della nostra vita: ne interpreta i più grandi drammi, ne esaudisce i più inconfessabili desideri, ne svela i più raccapriccianti segreti. È per questo che solo attraverso quelle parole si riesce ad esprimere l’Umanità.

con Giulio Federico Janni
regia Giulio Federico Janni
durata 60’

A seguire: After spettacolo offerto da Pasticceria Jerry


Live Show Orbassano