Uova toste

  • Autori: Daniele Ronco, Costanza M. Frola
  • Con: Daniele Ronco, Costanza M. Frola
  • Costumi: Roberta Vacchetta
  • Scenografia: Yasmine Pochat
  • Musiche: Magasin du Café
  • Disegno luci: Emanuele "Wally" Vallinotti
  • in collaborazione con: Il Mutamento Zona Castalia/ISAO Festival 2017, Fondazione Piemonte dal Vivo, Città di Orbassano, Comune di Cumiana
  • Fotografie: Federico Zittino
  • Codice opera: 929758A

Presentazione

Questo progetto nasce dall’urgenza da parte della compagnia di affrontare il delicato tema dei disturbi alimentari infantili. Diverse ricerche lanciano dati allarmanti sull’obesità, sull’anoressia e più in generale sulla cattiva alimentazione dei nostri ragazzi. Eppure tutti noi siamo bombardati da continui messaggi che disorientano le nostre coscienze. Persino sul fronte nutrizionista c’è un po’ di confusione, i pareri sono discordanti e le informazioni fornite dai grandi esperti del settore non sono sempre trasmesse dai media. In rete si trova qualcosa in più, ma le informazioni, come spesso accade in questo enorme serbatoio di contenuti, sono frammentate e alcune volte imprecise o contraddittorie. In questo contesto regnano i grandi marchi di produzione di dolci, merendine e cibo spazzatura, che preferiscono investire sulle campagne pubblicitarie piuttosto che sulla qualità del prodotto.
E chi è a rimetterci in primis? Proprio i nostri bambini, inebriati dai colori, dalle scritte e dai profumi invitanti di molti cibi, che al palato risultano squisiti, ma che a lungo andare creano gravi squilibri alimentari. UovaToste vuole andare all’origine della questione e vivere una soggettiva del mondo percepito dall’infanzia, un’età in cui tutto è possibile e dove tutto può trasformarsi in un gioco. La spensieratezza è diritto fondamentale di un bambino, ma è dovere degli adulti quello di vigilare sulla loro crescita, correggendo, ove necessario, abitudini e stili di vita sbagliati.

Rassegna stampa

Guarda il trailer

cronistoria

  • 24 Gennaio 2019 10a e 11a replica - Teatro Pertini di Orbassano (TO)
  • 23 Novembre 2018 9a replica - Teatro Pedrazzoli di Fabbrico (RE)
  • 22 Novembre 2018 8a replica - Teatro Pertini di Orbassano (TO)
  • 18 Novembre 2018 7a replica - Teatro Garybaldi di Settimo T.se (TO)
  • 18 Marzo 2018 6a replica - Spazio Alfieri di Firenze
  • 17 Marzo 2018 5a replica - Teatro di Meano (TN)
  • 24 Febbraio 2018 4a replica - Teatro Carena di Cumiana (TO)
  • 15 Gennaio 2018 3a replica - Teatro Settimo Cielo di Arsoli (RM)
  • 19 Novembre 2017 2a replica - Teatro Pertini di Orbassano (TO)
  • 23 Settembre 2017 Prima Nazionale - Teatro Astra di Torino

scheda tecnica

Palcoscenico

Larghezza: 7m (minimo)
Altezza: 5m  (minimo)
Profondità: 6m (minimo)
Durata montaggio: 4 ore
Durata smontaggio: 1 ora

LUCI

  • 18 fari PC da 1000W
  • Due piantane/manfrotti, dotate di T, per 3 fari ciascuna nel caso la sala non fosse dotata di staffe per i fari frontali
  • Dimmer luci DMX a 18 canali (minimo 12), da 2000W per canale
  • Mixer luci DMX a 18 canali (minimo 12) con scene programmabili (o almeno doppio banco e cross-fade)
  • Cavi elettrici
  • 10 sdoppi
     

AUDIO

  • Impianto di diffusione professionale adeguato alla sala
  • Una cassa monitor per il palcoscenico (2 per spazi grandi)
  • Mixer audio professionale
  • Caveria adeguata all’impianto